Noi siamo diversi

Avete mai provato ad applaudire con una mano sola?
 
Sono Gabriella Carlucci, l’altra mano.

Classe 1959, nata per caso (padre soldato) ad Alghero ,udinese di adozione, tutte cose che hanno segnato profondamente la mia vita.

Gli anni, infatti, erano quelli del boom, della speranza, della fatica, il Friuli,la terra della mia infanzia e adolescenza fatta di gente concreta,operosa e determinata, un’educazione severa fatta di traguardi da raggiungere, senza scorciatoie, grandi valori in cui credere e forti esempi da seguire.

E’ così che sono arrivata alla politica: un impegno d’assolvere con serietà al servizio del mio Paese.

Retorica? Qualcuno può anche pensarlo, ma, lo dico al netto della presunzione, non che ero, allora, una sconosciuta senza arte né parte (ho due lauree e parlo cinque lingue), alla ricerca di un’ultima occasione.

A trent’anni avevo alle spalle l’esperienza d’inviata speciale della mitica trasmissione di Enzo Tortora, Portobello, la conduzione di due edizioni dell’altrettanto mitico Festival di Sanremo, poi ci furono gli anni di Buona Domenica, senza contare le altre trasmissioni che mi hanno visto impegnata per oltre vent’anni sul piccolo schermo: insomma avevo fatto tutto quello che una ragazza che sceglie la tv come lavoro poteva sperare di fare.

Arriva, a metà degli anni novanta, l’incontro politico con Silvio Berlusconi che già conoscevo come editore ed amico. Per essere precisi, siamo nel 1994 e mi capita di leggere il programma di Forza Italia: la mia adesione fu immediata ed entusiastica.

Così immediata ed entusiastica che un capo struttura di Mediaset (avete letto bene) mi rimproverò aspramente e cominciò uno strano periodo professionale, fatto sempre di fatica e dedizione ma in una sorta di limbo: “Per tutelare la mia immagine”, dissero.
 
Siccome nessuno conosce bene Gabriella Carlucci come Gabriella Carlucci stessa, il tutto servì ad accelerare una decisone presa.

E allora via con l’impegno e la propaganda, parole vecchie ma esprimono bene l’agire politica.

Non arrivavo digiuna di politica, nel ‘68 avevo nove anni (si deve sempre citare per civetteria e perché segna l’inizio del grande conformismo di sinistra), ma nel ’92 ne avevo qualcuno in più, inoltre ho avuto la fortuna (per scelta per formazione) di girare il mondo, percui la mia non poteva che essere una scelta profondamente democratica e occidentale e radicalmente anticomunista: per la libertà bisogna essere disposti alla buona battaglia.

Organizzai, con qualche sodale, la lettura teatrale de “Il libro nero del comunismo” laddove si raccontava, finalmente, senza infingimenti né salamelecchi, la vera natura di quella sventurata ideologia, che lutti e devastazioni ha seminato per il mondo. E non ha ancora finito.

In una di queste performance incontro Silvio Berlusconi, che apprezza il lavoro che mi propone di candidarmi alle elezioni politiche del 2001.

Questa volta a differenza del ‘94 accetto.

Mi spediscono in un collegio uninominale considerato perso dalla destra e vinco.

Il resto è storia recente, la ricandidatura nel 2006, il record di presenza in aula, …. numeri due legislature.

Non è che da parlamentare la mia vita migliora, anzi, l’impegno e la passione aumentano.

Sono  l’orgogliosa mamma di Matteo e siccome ho scelto di essere madre cerco di fare quello che qualunque donna fa per suo figlio…lo stesso vale come moglie.

Certo, il Parlamentare, l’Aula, le Commissioni, il Collegio elettorale in Puglia, l’attività di conduttrice televisiva che non ho mai abbandonato (è il mio mestiere), non lasciano molto spazio. Però, si può fare e si fa!

Non sono mancate le carinerie di certa stampa, soprattutto quella femminile, che è riuscita ad inventarsi di tutto e di più per dipingermi come un farfallona, in particolare, come una pazza al volante, che parcheggia dentro i negozi, tampona gli autobus (sic!), guida la moto senza casco, gira traballando sui tacchi e altre piacevolezze.

E figuratevi se mancava il capitolo dell’attività professionale. Fior di penne, quasi sempre femminili (l’adorabile solidarietà tra donne), si sono esercitate a gridare allo scandalo perché durante la trasmissione su ambiente ,territorio e agricoltura, “Mela verde”, che conduco con Edoardo Raspelli su Rete4, faccio anche telepromozioni.

Quando il dito indica la luna, guarda il dito e chissenefrega dell’ambiente e del fatto che le tv commerciali non si mantengono con i soldi degli italiani.

(Non capisco, si fa per dire, perché chi fa l’avvocato, il giornalista, il medico e dintorni può continuare la professione mentre…)

E volete che una come me possa fare politica come tempo libero? Non esiste!

Come non esiste il contrario è cioè la politica come professione.
 
La politica di professione non è quasi mai una passione vera ma, in genere, una chiamata alla militanza molto ben retribuita, su questo si è fondata per anni la cultura comunista e clientelare.

Il terremoto giudiziario dell’inizio degli anni novanta si limitò a scoprire quello che tutti sapevano.

Il delirio giudiziario che ne segui falcidiò un intera classe politica, certamente colpevole di gestione allegre, di spregiudicate operazioni, di arroganza al limite del ricatto e di ladrocini belli e buoni.

Tutte colpe imperdonabili e sanzionabili, come quella di aver garantito la democrazia, la libertà e lo sviluppo del nostro Paese.

Dai terremoti e dai deliri si salvò solo il Partito Comunista, una formazione politica che ha candidamente ammesso di aver avuto finanziamenti solo dal Partito Comunista dell’Unione Sovietica, dunque un atto di solidarietà tra partiti fratelli.

Ecco chi sono io professionisti della politica, quelli che possono sfacciatamente dichiarare un enormità come quella di farsi finanziare da uno Stato straniero nemico della democrazia, che ha assassinato milioni di suoi concittadini, che ha abbattuto regimi democraticamente eletti, invaso paesi, ridotto alla fame i popoli.

Io non credo che i soldi li hanno beccati solo dai sovietici!

Non mancano poi gli abili professionisti della politica, quelli bravi a sostenere la necessità del bene comune…dopo aver soddisfatto il proprio.

Ecco perché io non posso fare la politica come professione, ma solo come servizio.

Eppoi, sì! Noi, quelli che la politica vogliono farla sul serio, siamo differenti da loro!

Le cose si fanno con serietà e con impegno o meglio lasciar perdere.

Non si possono chiedere voti alla gente, tanto poi ci pensa il partito.

Troppo comodo!

E’ la tua faccia che devi avere il coraggio di spendere.
Tra un appello sulla pace e la banale richiesta di sistemare i tombini non si possono avere dubbi, si sceglie il tombino.

Per questo siamo diversi, ci vogliamo occupare della gente e del loro difficile quotidiano.

Come pensate che si possa risolvere i grandi problemi della pace e della giustizia se non siamo in grado di dare sicurezza e benessere alla nostra gente?

Avevo detto che siamo diversi.

Allora ecco qui l’altra mano.
 

interventisulterritiorio-slideon-carlucci.ppt

 On. Gabriella Carlucci

Statistica individuale relativa alle 4693 votazioni con procedimento elettronico effettuate dal 29/04/2006 al 23/01/2008

n.votazioni cui doveva partecipare: 4693

presente n.4218     percentuale 89,88

FINANZIAMENTI PER IL TERRITORIO

· 31 gennaio 2003 – Trani- Su segnalazione di consiglieri della CDL, intervento presso il presidente Fitto al fine di scongiurare il pericolo della perdita del finanziamento di 7 milioni di euro per lavori di adeguamento dell’impianto di depurazione e di costruzione della condotta sottomarina a servizio dell’abitato di Trani
· 3 maggio 2003 – Trani – Incontro presso il Comune col commissario straordinario Perrotta, tecnici comunali ed il pres. dell’Ordine degli Avvocati Insanguine per sbloccare i fondi destinati alla ristrutturazione di Palazzo Carcano, finora bloccati da problemi burocratici locali.
· 16 maggio 2003 – Trani – Inaugurazione della nuova sede del Consorzio Universitario For.com a Trani, un consorzio universitario che fa parte della prima università on-line italiana diventata tale grazie al lavoro parlamentare dell’ On. Carlucci e che nella sede di Trani, per il solo anno 2004, ha fatto formazione professionale e post universitaria a 2.700 persone.
· LA RISTRUTTURAZIONE DEL TEATRO COMUNALE
FINANZIARIA 2002: 500.000 EURO
FINANZIARIA 2003: 500.000 EURO
FINANZIARIA 2004 : 375.000 EURO + 1.700.000, 2005: 1.300.000 EURO, 2006: 1.500.000 EURO
· 9 marzo 2004 – Roma, Trani – Approvazione del progetto di ricerca “Studio e sviluppo di nuove tecnologie per la riduzione e la valorizzazione degli scarti nella  lavorazione dei materiali lapidei” da parte del Ministero dell’Università e della Ricerca finanziamento per la ricerca di 1.458.020,00 euro e con progetto di formazione finanziato con 248.420,00 euro. In attesa di Decreto di concessione dei suddetti finanziamenti
· Aprile 2004 – Trani – In seguito alle ripetute sollecitazioni e interrogazioni parlamentari 9 milioni e 800 mila euro sono stati stanziati dall’Anas per la ristrutturazione della S.S. 16bis nel tratto che interessa Trani e Corato
· 10 maggio 2004 – Camera dei Deputati – Interrogazione a risposta scritta al Ministro delle Infrastrutturre e dei Trasporti dell’On. Carlucci per il tratto di statale tra Trani e Bisceglie, ad integrazione della precedente interrogazione del 16 04 2003. Quest’ultima pressione dell’On. Carlucci presso il Ministero delle Infrastrutture prima, e presso la Direzione Generale dell’Anas poi, risulta decisiva al fine di evidenziare il dettaglio dei budget, delle date e dei lavori complessivamente posti in essere: importi complessivi per oltre 9 milioni 830 mila euro.
· Novembre 2004 – Ruvo di Puglia – IMPIANTI SPORTIVI, 1.400.000 EURO DAL CREDITO SPORTIVO
· 10 dicembre 2004 – Trani – Con decreto emesso dal  Ministro per i Beni e le Attività Culturali il complesso conventuale dei Padri Agostiniani ha usufruito di un finanziamento di E.500.000,00 per l’anno 2004 ; E.500,000,00 per il 2005 ; E.500.000,00 per il 2006 .
· 28 dicembre 2004 – Ruvo di Puglia –  8 PER MILLE : 119.000 EURO PER RESTAURO DEI DIPINTI MURALI DEL CHIOSTRO DELL’EX-CONVENTO DEI FRATI MINORI OSSERVANTI
· Dicembre 2004 – Corato – FINANZIAMENTO OTTENUTO PER LE RETI FOGNARIE DI CORATO DI 10.376.000 EURO
· 12 gennaio 2005 – Trani – SISTEMAZIONE CENTRO STORICO FINANZIARIA 2005 : 600.000 EURO
· 2002/2005 – Trani – Finanziamenti per gli uffici giudiziari grazie al continuolavoro di sollecitazione del Ministero di Giustizia:
Palazzo Torres, 1.880.000 euro
Palazzo Candido, 1.700.000 euro
Adeguamento edificio P.zza Duomo, 1.581.000 euro
Adeguamento edificio P.zza Trieste 671.393
Per un totale di 5.831.000 euro
Ulteriori 8.100.000 euro concessi per l’acquisto e ristrutturazione di Palazzo Carcano
· 2002/2005 – Corato –
     RISTRUTTURAZIONE DEL TEATRO COMUNALE
FINANZIARIA 2002: 500.000 EURO
FINANZIARIA 2003: 500.000 EURO
FINANZIARIA 2004 : 375.000 EURO + 1.700.000, 2005: 1.300.000 EURO, 2006: 1.500.000 EURO
· FINANZIAMENTO PER ASSOCIAZIONE TALOS (10.000 EURO)
· Gennaio 2005 – Ruvo di Puglia – FINANZIAMENTO MUSEO JATTA TRIENNIOI 2004/2006 : MANUTENZIONE ORDINARIA 
PER IL 2004 DI 10.000 EURO ,
PER IL 2005 DI 10.000 EURO ;
PER IL 2006 DI 10.000 EURO

· L’On. Carlucci a partire dal 2002  ha promosso , favorito ed a  seguito passo dopo passo la stesura del protocollo d’intesa  tra la Regione Puglia  Sviluppo Italia ed Italia Navigando per lo sviluppo della rete pilota dei Porti Turistici sul Territorio della Regione Puglia. I finanziamenti per il Porto di Trani in fase di erogazione  dalla CIPE e dalla Regione sono di 5 milioni di euro.
· Ruvo di Puglia – IMPIANTI SPORTIVI, 1.400.000 EURO DAL CREDITO SPORTIVO
· 2 settembre 2005 – Ruvo di Puglia – Approvazione della legge per la “salvaguardia del patrimonio culturale ebraico”. 5 milioni di euro di finanziamento in tre anni per i centri storici ebraici in tutta Italia. Trani è inserita tra i centri beneficiari. L’on Carlucci cofirmataria della legge.

Interventi per il territorio e attività parlamentare
· 8/9 Febbraio 2002 – Trani –Presa di posizione sui giornali contro la discarica Ecoerre
· Aprile 2002 – Bari – Incontro con il provveditore agli studi regionale per risoluzione dei problemi del Liceo Classico Oriani.
· 17 aprile 2002 – Roma – Incontro tra on. Vietti, sottosegretario alla Giustizia, e rappresentanti del carcere e del Tribunale di Trani per sbloccare i fondi di ammodernamento delle strutture. 
· 29 maggio 2002 – Roma – Incontro al Ministero di Giustizia con il sottosegretario Vietti e il dr Cerrato, direttore del Dipartimento di Edilizia Giudiziaria, per sbloccare il finanziamento per la ristrutturazione di Palazzo Carcano in Trani. Presenti il sindaco di Trani Avantario, il capo dell’ufficio tecnico del Comune Affatato e il coordinatore di Trani di FI Mangione
· 15 luglio 2002 – Roma- Incontro presso il ministero dell’Istruzione con il sottosegretario Aprea per il problema dei docenti precari
· 17 dicembre 2002 – Trani – “Lezioni di Cinema”, di Carmelo Bene
· 22 maggio 2002 – Bari – Incontro con ing. Bucci, vicepresidente di AQP per sollecitare la riparazione di una conduttura dell’acquedotto di Corato foriera di problemi igienici. Problema risolto.
Conseguenti iniziative parlamentari sull’argomento con proposte di Legge :
C 3966 “Disposizioni per la gestione delle crisi e delle emergenze idriche”.
· 1 settembre 2002 – Corato – L’ospedale di Corato, nel piano di riordino sanitario della regione Puglia, viene promosso a “polo chirurgico dell’ospedale distrettuale sud” (Corato, Ruvo di Puglia, Terlizzi). L’ospedale diviene polo d’eccellenza.
· 16 aprile 2003 – Roma Trani – Presentazione di un’interrogazione parlamentare per sollecitare lavori di ristrutturazione del tratto tranese della s.s. 16 bis.
· 22 aprile 2003 Roma, Trani – In risposta all’interrogazione parlamentare dell’8 aprile 2003, l’ANAS dispone l’adozione di un tappeto drenante nel tratto della s.s. 16 bis compreso tra Barletta e Bisceglie, oltre a lavori di messa in sicurezza degli svincoli di Trani
· 16 luglio 2003 – Roma, Corato – Approvazione in VI Commissione Finanze dell’emendamento al pdl C. 3992, approvato dal Senato, e C. 3676 Rotundo “Interventi per i beni e le attività culturali, lo sport, l’università e la ricerca, nonché in materia socio-sanitaria”, emendamento  che assegna 1.500.000 euro per la ricostruzione del Teatro Comunale di Corato. L’emendamento è stato presentato dall’on. Carlucci in VII Commissione Cultura.
· 25 luglio 2003 – Roma, Camera dei Deputati – Approvazione in Commissione Cultura dell’emendamento per l’istituzione del Museo della Moda mediterranea a Lecce.
· 27 novembre 2003 – Camera dei Deputati –  Presentazione di un emendamento alla Finanziaria 2004 per salvaguardare 2.000 posti di lavoro del settore lapideo, in cirsi per l’imminente istituzione del Parco dell’Alta Murgia. L’emendamento, purtroppo non verrà approvato.
· 28 novembre 2003 / settembre 2005 – Roma, Bari – Continui interventi, sollecitazioni, pressioni per la risoluzione della possibile chiusura delle cave di marmo all’interno del Parco dell’Alta Murgia.
· 7 dicembre 2003 – Lecce – Sostegno all’iniziativa benefica “Cuore amico”
· 4 aprile 2004 – Roma, Ruvo di Puglia – Decreto di attuazione della Prima Università On – Line italiana “G.Marconi”.
Sede Universitaria pugliese a Ruvo di Puglia  Via Salvatore Gramigna,32 e Trani, via Aldo Moro 27– Scuola di alta specializzazione in Arti televisive e Cinematografiche in partnership con Sony Italia, Wind Telecomunicazioni S.p.A. e Cinecittà Holding . All’interno della stessa Sede realizzazione di un Centro di servizi Multimediale per il Marketing del Territorio
· 17 Aprile 2004 – Trani – Convegno sulla riforma del’ordinamento giudiziario con il sottosegretario alla Giustizia Jole Santelli e il relatore al senato sen. Luigi Bobbio.
· 19/25 aprile 2004 – Trani – Inizia la Settimana di Prevenzione Oncologica. L’On. Carlucci, in collaborazione con la Lega Italiana Lotta Tumori (L.I.L.T.), ha promosso e organizzato la “settimana della prevenzione oncologica” presso diversi Comuni in provincia di Bari, avvalendosi di un’equipe medica e di un camper speciale (detto camper della salute), fornito dalla L.I.L.T. e dotato di ecografo, mammografo e attrezzature per la diagnosi precoce. Tale iniziativa, che mette a disposizione per un’intera settimana in ogni Comune gratuitamente il servizio di accertamento diagnostico, rientra nel vasto ed importante piano della Regione Puglia per la “prevenzione oncologica” nel quale gli enti locali si sono particolarmente impegnati e si pone, inoltre, come obiettivo, di informare la popolazione dei mezzi idonei alla prevenzione del tumore; in tal senso, si sono organizzati dei convegni, con il patrocinio della Lega Italiana Lotta Tumori, per illustrare il “ Codice di comportamento europeo” (regole di comportamento alimentare e di stile di vita) a Presidi, dirigenti, docenti, rappresentanti di genitori e rappresentanti di classe, studenti di tutte le scuole di ogni ordine e grado. L’iniziativa coinvolge i comuni di Corato, Ruvo di Puglia, Bari, Bisceglie, Santa Margherita di Savoia. Durante la settimana del Camper della salute a Trani sono state effettuate ottocento visite e tre ricoveri d’urgenza  per intervento immediato  a seguito della mammografia.
· 26 aprile / 2 maggio 2004 – Corato – A Corato il Camper della salute. Sono state eseguite 183 visite ginecologiche, 334 visite senologiche e 184 mammografie. 45 donne saranno sottoposte ad accertamenti più approfonditi.
· 17/23 maggio 2004 – Ruvo di Puglia – A Ruvo il Camper della salute
· 20 giugno 2004 –  Bari –  Termina l’iniziativa Camper della salute. Enorme successo delle iniziative, con oltre 3.000 visite effettuate
· Settembre 2004 – Corato – Presentazione del contratto di programma agroalimentare “Antiche tradizioni pugliesi”, Settore Olio di oliva. Il contratto ha  per  obiettivo  la realizzazione  di specifici piani  progettuali volti  a  consentire il rapido avvio  di nuove iniziative e  la creazione  di occupazione aggiuntiva.
· 2 febbraio 2005 – Roma – incontro presso il Ministero per le Attività Produttive di una delegazione di imprenditori del tessile. Tema dell’incontro la concorrenza sleale dei prodotti cinesi.
· 7 marzo 2005 – Ruvo – Incontro con  degli studenti degli ultimi tre anni delle medie Superiori di Ruvo e Corato presso l’Auditorium del Liceo Scientifico “O. Tedone” con il Sottosegretario Sen. Cosimo Ventucci  e il Sottosegretario S. Cicu  sul tema  “Riforma del Servizio di Leva e Istituzione del Servizio Civile Nazionale: l’importanza delle nuove scelte”.
· 29 aprile 2005 – Roma –  Servizio Civile a Ruvo: approvati tutti i progetti presentati dal comune. Soddisfazione dell’ On. Carlucci: “Questo ottimo risultato creerà interessanti opportunità per i giovani”
· 16 maggio 2005 – Ruvo –“Maggio Sportivo a Ruvo”: l’Onorevole Carlucci e la Federazione Italiana Tennis  presentano i Piani Integrati d’area.Previsti contributi a fondo perduto per la partecipazione dei giovani ai corsi Federali presso il Circolo Tennis di Ruvo.
· 6 giugno 2005 – Trani – “La vita non può essere messa ai voti”, convegno sul referendum sulla procreazione assistita.
· 7 giugno 2005 – Trani – “Interventi a protezione dei settori tessile e calzaturiero”, convegno con il sottosegretario Cota, sottosegretario alle Attività Produttive e Rossano Soldini,presidente dell’Associazione Calzaturifici Italiani.
· 9 giugno 2005 – Corato – “La vita non può essere messa ai voti”, convegno sul referendum sulla procreazione assistita.
· 11 luglio 2005 – Bari – Visita del Centro di permanenza temporanea (CPT) di Bari Palese per verificare la condizione degli immigrati.
· 6 Settembre 2005 – Roma –   Analisi  della situazione del comparto agricolo e del settore vitivinicolo in particolare, alla   luce  dei blocchi e delle proteste degli operatori e dell’accordo Governo-Regione-Imprese siglato a Bari. Il 23 settembre incontro con una delegazione di imprenditori agricoli provenienti da tutta la Puglia.
· 14 Settembre 2005 – Roma – In seguito alla terza interrogazione presentata in Aula dall’On. Gabriella Carlucci al Ministro delle Infrastrutture Pietro Lunardi  sugli interventi a favore della 16 bis , il Ministro ha risposto FAVOREVOLMENTE indicando che  i lavori di manutenzione straordinaria per la stesa di conglomerato bituminoso di tipo drenante e i lavori di chiusura varchi  saranno inseriti nel prossimo contratto di programma Ministero infrastrutture e trasporti –Anas 2006-2008.
· 16 settembre 2005 – Roma – Una delegazione pugliese di industriali tessili partecipa ad una serie di audizioni presso la Commissione Industria, Commercio, Turismo del Senato nelle quali verrà discusso il progetto di legge N. 3463 riguardante “Norme per la tutela e la riconoscibilità dei prodotti italiani”, già approvato dalla Camera.
 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: