Pubblicato da: gcarlucci | gennaio 27, 2008

La sinistra e le Narcosale

DROGA. CARLUCCI(FI):TURCO E CHIAMPARINO VOGLIONO LIBERARE TOSSICI (DIRE) Roma, 22 nov. – “Invertendo l’ordine dei fattori, ilrisultato non cambia. La sinistra vuole le narcosale ad ognicosto. Gli interessanti carteggi Chiamparino-TurcoChiamparino-Onu, rispondono alla logica matematica secondo laquale invertendo l’ordine dei fattori il risultato non cambia”.E’ il commento di Gabriella Carlucci, deputata di Forza Italia,sulla lettera di Antonio Maria Costa al sindaco di Torinoriguardante il narcosale. “Infatti- aggiunge Carlucci- ilrisultato e’ che nonostante le numerose epistole, si arrivasempre alla stessa conclusione: il sindaco di Torino e la suaconcittadina ministra, si fa per dire, della Salute, vogliono adogni costo che i tossici possano avere uno spazio in cuicommettere reati liberamente”, con il rischio “di lasciarci lapelle su gentile concessione dello Stato”. “Il mea culpa a fasi alterne di Chiamparino e della Turco-sottolinea la deputata azzurra- e’ solo dettato dall’opportunismodel momento: la scioccante denuncia dell’Osservatorio Europeodelle droghe e delle tossicodipendenze (Oedt), secondo cuil’Italia sarebbe in pole position per il consumo giovanile didroghe pesanti”. E’ ora di rendersi conto “che non esiste alcunadifferenziazione sostanziale tra droghe pesanti e droghe leggere”. 

DROGA. NARCOSALE, CARLUCCI (FI): VOGLIONO ELETTORI STORDITITURCO? SPERIMENTI LE PROPRIE DIMISSIONI(DIRE) Roma, 12 nov. – “A qualcuno fa comodo un elettorato distorditi”. Gabriella Carlucci, Forza Italia, si rivolge cosi’ aiministri Livia Turco e Paolo Ferrero, “che insistono per lasperimentazione delle stanze della morte”. L’unica assistenza sanitaria per un tossicodipendente“consiste nella disintossicazione biologica dallo stupefacente-afferma- e le narcosale non vanno certo in questa direzione”.Secondo l’azzurra, “l’unica sperimentazione che la Turco puo’proporre e’ quella dell’applicazione delle leggi italiane, bencontrarie al suo progetto. Al legislatore, invece, puo’ sempresottoporre le sue dimissioni. Non e’ mai troppo tardi”. Droghe, Carlucci (FI): Opportunistico il mea culpa della TurcoRoma, 20 NOV (Velino) – “Il mea culpa del ministroLivia Turco e’ dettato dall’opportunismo del momento. Dalgiallo di Perugia, dove complice dell’omicidio e’ lafacilita’ con cui molti giovani universitari si procaccianodroghe di ogni tipo”. Lo ha detto Gabriella carlucci,deputato di Forza Italia. “Alla testimonianza di alcuni Paesieuropei che hanno sperimentato le narcosale – in un primomomento sostenute dalla Turco – per i quali questa iniziativaavrebbe garantito buone riuscite solo per il 3 per cento deicasi. I moderati della sinistra al Comune di Torino, ierihanno palesemente voltato le spalle al provvedimento delsindaco Chiamparino. La Turco ha sempre parlato di aperturaad un consumo piu’ facilitato di tutte le droghe. È facilecambiare rotta di fronte alle morti arrecate da sprovvedutiimbottiti di droghe al volante, o a giovani alla ricerca diemozioni e sostanze forti che non riescono piu’ a distinguereil divertimento dalla violenza. Peccato che il ministro siaalleato con un Governo che non ha intenzione di seguire lesue virate e che vuole demolire tuttora la Fini Giovanardi.,nonostante la palese pericolosita’ che ogni tolleranza alledroghe comporta. Troppe parole. Pochi fatti”, ha conclusoCarlucci.

NARCOSALE A TORINO; CARLUCCI (FI), SI INCITA A CULTURA MORTE(ANSA) – ROMA, 27 SET – ”Come salvare vite dalla morsa della droga? Ce lo insegna Chiamparino, sindaco di Torino che ha previsto apposite ‘stanze del buco’: veri e propri presidi di autosomministrazione per tossicodipendenti per evitare le zone franche della droga. Un’iniziativa che appare, invece, piuttosto un paradiso artificiale del vizio, che aiuterebbe i drogati a procacciarsi stupefacenti con piu’ facilita’, scavalcando gli ostacoli farmaceutici e quelli delle forze dell’ordine”. Lo afferma in una nota Gabriella Carlucci, deputato di Forza Italia.”D’altronde – aggiunge – le politiche basate sul contenimento sociale del fenomeno droga attuate fino ad oggi dalla sinistra, confermano un quadro di sostegno alle droghe piu’ che di prevenzione. Gia’, perche’ in fondo, anche dietro questo tentativo delle narcosale di ridurre il tasso mortale che l’uso di eroina comporta, vi e’ il malcelato intento di unificare droghe leggere e droghe pesanti. La solita depravazione della sinistra”.”Mi chiedo, ma non sarebbe stato piu’ opportuno smantellare i traffici presenti, piuttosto che svilupparne altri? E’ intollerabile questa superficialita’ quando in gioco c’e’ il diritto alla vita. Gli antiproibizionisti per eccellenza – conclude -, i Ministri Turco e Ferrero, non danno risposte. Anzi, incitano alla cultura della morte”. (ANSA).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: